Malattie trasmesse dalle zecche

Le zecche possono trasmettere diverse malattie all’amico a quattro zampe. Ecco quali sono e come eliminare questi parassiti dal cane.
Zecca cane sintomi
Le zecche possono veicolare microrganismi di diversa natura (virus, batteri, protozoi) responsabili di serie malattie. Si parla di CVBD, acronimo che sta per Canine Vector Borne Diseases, ovvero malattie del cane trasmesse da vettore (e le zecche sono un vettore).

Con la loro puntura, infatti, nell'atto di succhiare il sangue del pet, inoculano saliva nella quale possono essere presenti dei pericolosi agenti infettivi, anche più di uno contemporaneamente, complicando eventualmente la diagnosi, la cura e la prognosi del nostro amico a quattro zampe

Purtroppo può bastare anche un solo morso a far ammalare Fido, ed è per questo che è importante eliminare le zecche dal cane quanto prima e soprattutto agire con la prevenzione attraverso una terapia antiparassitaria che allontani il pericolo punture. Come fare? Prima di tutto è fondamentale conoscere più da vicino i rischi.

PRINCIPALI MALATTIE TRASMESSE DALLE ZECCHE

Zecca cane sintomi
Le più importanti malattie trasmesse dalle zecche sono l'Ehrlichiosi e la Piroplasmosi o Babesiosi. La prima è una malattia che colpisce il cane ma che può essere trasmessa anche all’uomo. Si manifesta con febbre alta, sonnolenza, perdita dell’appetito, dimagrimento e altri sintomi a carico del sistema nervoso e dell'apparato scheletrico. E' dovuta all'Ehrlichia canis, un batterio Gram negativo che si localizza nei globuli bianchi del sangue e che si trasmette per l'appunto, con il morso di una zecca. La Piroplasmosi o Babesiosi, altrettanto grave e anch’essa trasmissibile all’essere umano, si manifesta con febbre, abbattimento, anemia e ingrossamento della milza. E' provocata dal Babesia canis, un protozoo che si localizza nei globuli rossi.

Tra le altre malattie causate dalle zecche ricordiamo la Borrelliosi o Malattia di Lyme, l'Anaplasmosi e la Rickettsiosi.

Trattare queste malattie non è sempre facile e possibile. E' per tale motivo che occorre prevenire ed eliminare le zecche dal cane. Se vuoi saperne di più, consulta la guida di Punto.

COME ELIMINARE LE ZECCHE DAL CANE

Eliminare le zecche dal cane, è una priorità che ogni buon proprietario di cane deve avere, ma che non può prescindere anche dalla prevenzione per ridurre il rischio di malattie trasmesse da vettori.

I cani dovrebbero essere trattati preventivamente contro le zecche almeno un mese prima dell'inizio della stagione a rischio (fine febbraio-inizio marzo) preferendo antiparassitari ben tollerati, a lunga persistenza e dotati di attività repellente contro insetti e parassiti esterni. Il trattamento dovrebbe essere ripetuto, secondo le scadenze indicate sul prodotto, per tutto il periodo a rischio fino alla fine di ottobre-novembre e idealmente tutto l’anno.

In caso di più cani che vivono nello stesso ambiente, vanno trattati contemporaneamente, ognuno con il suo antiparassitario in funzione del suo peso, rispettando la posologia indicata.

È importante anche una particolare attenzione alla vegetazione, che deve essere sempre curata e non lasciata incolta se il cane vive in giardino o comunque ci passa del tempo. Altresì bisogna evitare l'accumulo di detriti e materiali abbandonati che possono offrire un gradito riparo alle zecche.

Dopo aver frequentato le aree a rischio (in campagna, in un sottobosco, tra ruderi o in un prato con l'erba alta) è importante ispezionare se stessi e il proprio amico a quattro zampe. Sul cane vanno controllate le orecchie, l'addome e le zampe: sono le parti in cui le zecche tendono ad aggrapparsi e a succhiare il sangue più facilmente, ma non è detto che non si trovino anche altrove.

Appena si scopre una zecca attaccata alla cute del cane è buona norma staccarla, utilizzando delle apposite pinzette, afferrandola dalla testa nel punto in cui è attaccata alla pelle per succhiare il sangue dall'animale e facendo attenzione a non schiacciarla, tirando con un leggero movimento rotatorio. Un consiglio è anche quello di ispezionare la cuccia esterna e/o l’interno della casa e, se si individuano delle zecche, utilizzare degli antiparassitari che possano ucciderle.