Parassiti esterni del cane:
come prevenire il rischio di malattie

Pulci, zecche, zanzare e pappataci sono i più comuni parassiti esterni del cane e possono trasmettere numerose malattie. Ecco quali e come prevenirle.
I parassiti esterni o ectoparassiti sono tra i peggiori nemici del cane: non provocano solo prurito, ma possono trasmettere malattie molto gravi che, scientificamente, vanno sotto l’acronimo CVBD (Canine Vector Borne Diseases) o malattie del cane trasmesse da vettore.
bambina con cane
Zecche, pulci, zanzare e pappataci, per nutrirsi del sangue del quattro zampe, ne penetrano la cute e attraverso una puntura iniettano saliva, spesso carica di virus, batteri e altri microrganismi pericolosi. Per questo motivo è importante conoscere i parassiti esterni, eliminarli e soprattutto prevenirne le punture, con l'utilizzo di specifici antiparassitari per cani.

PULCI

Le conseguenze per la salute del cane in caso di infestazione da pulci possono andare dalla debilitazione al dimagrimento, dall'anemia alla Dermatite Allergica da Pulci (DAP), dalla teniasi (vermi) fino alla Bartonellosi.

Quando un cane si gratta spesso e intensamente, è il caso di verificare che non sia infestato da pulci. Attenzione, perché queste possono facilmente e rapidamente diffondersi anche nell'ambiente domestico in cui vive il pet. Gli antiparassitari per cani sono una preziosa forma di prevenzione.

ZECCHE

La puntura (o morso) delle zecche può trasmettere al cane anche più di una malattia contemporaneamente! Le più pericolose e diffuse vanno dall’Ehrlichiosi alla Babesiosi o Piroplasmosi, dalla Malattia di Lyme o Borreliosi all’Anaplasmosi, fino alla Rickettsiosi.

Anche nel caso delle zecche è importante utilizzare antiparassitari per cani, preferibilmente repellenti, in modo da scongiurare la puntura del parassita.

FLEBOTOMI o PAPPATACI

Si tratta di piccoli insetti, molto simili nell'aspetto e nel comportamento alle comuni zanzare, ma i flebotomi con la loro puntura possono trasmettere la Leishmaniosi, una malattia pericolosa per la vita del cane. I sintomi nel cane possono manifestarsi in modo grave oppure essere talmente lievi da passare inosservati, come ad esempio il dimagrimento, la stanchezza o la perdita di pelo.

Attualmente non esiste una cura che possa guarire il cane dalla Leishmaniosi, per cui diventa fondamentale utilizzare antiparassitari per cani in grado di tenere lontano questi insetti e il rischio di una loro puntura.

ANTIPARASSITARI PER CANI

Non tutti gli antiparassitari per difendere i cani dal rischio punture sono uguali: ne esistono in diverse formulazioni (gocce/spot-on, spray, collari, compresse), alcune delle quali hanno anche attività repellente, cioè respingono ed eliminano la maggior parte dei parassiti esterni prima che possano pungere e dunque rischiare di trasmettere pericolose malattie.

Per maggiori informazioni sui parassiti esterni del cane, su come eliminarli e sulle soluzioni per attuare una strategia preventiva, leggi la Guida alle malattie parassitarie.