FAQ: Domande e risposte sull'utilizzo degli antiparassitari spot-on nel cane

Come agisce, ogni quanto si applica e come, un antiparassitario spot-on per cani? Scopriamo insieme le risposte a questi e altri dubbi frequenti.

Gli antiparassitari spot-on sono tutti uguali?

No. E a questo bisogna prestare attenzione! I principi attivi sono spesso diversi e ciò significa che possono agire su alcuni parassiti e non su altri, ma soprattutto che possono non essere adatti per tutti gli animali domestici (ciò che va bene per un cane, può ad esempio essere tossico per un gatto).

Solo alcuni spot-on hanno un'attività repellente, ovvero evitano che i parassiti si avvicinino e pungano: in tal modo possono ridurre il rischio di trasmissione di numerose malattie di cui possono essere vettori.

Cos'è un antiparassitario spot-on?

Con questo termine si indica un prodotto attivo solo contro i parassiti esterni che possono colpire i nostri amici animali, come ad esempio le pulci, le zecche e le zanzare. Si tratta di gocce contenute in fialette o pipette da applicare sulla pelle del pet.

Come funziona un antiparassitario spot-on?

Anche se alcuni possono venire assorbiti in diversa quota, i principi attivi di un antiparassitario spot-on solitamente non entrano in circolo nel sangue, ma rimangono sulla cute e per questo possono essere comunemente considerati sicuri e ben tollerati: i parassiti muoiono a contatto con la pelle dell'animale. Gli spot-on rappresentano un'arma importante e di semplice utilizzo per prevenire molte malattie trasmesse dai parassiti esterni.

Lo spot-on si applica sul pelo o sulla pelle?

Le gocce di antiparassitario spot-on vanno applicate, in più punti, direttamente sulla pelle del cane (o del gatto), dietro al collo, tra le scapole e lungo la schiena.

Lo spot-on va applicato tra le scapole affinché il cane non lo lecchi?

si tratta di prodotti ben tollerati, ma devono essere utilizzati per via cutanea e non assunti per via orale. Un'involontaria ingestione dell'antiparassitario potrebbe comportare qualche evento avverso. E' dunque opportuno evitare tali rischi attenendosi alle modalità di applicazione contenute nel foglietto illustrativo.

Lo spot-on evita la puntura di insetti e parassiti?

Quelli repellenti sì, tutto dipende dai principi attivi.

Si può lavare il cane o portarlo a fare il bagno al mare dopo l'applicazione dell'antiparassitario?

Gli spot-on in commercio sono sostanzialmente resistenti all'acqua. In generale comunque, se il cane ha bisogno di essere lavato con lo shampoo, è consigliabile farlo almeno una settimana prima o due dopo l'applicazione dell'antiparassitario. Se Fido invece per qualche motivo ha un frequente, prolungato ed intenso contatto con l'acqua, l'efficacia del prodotto può essere ridotta. Chiedere al veterinario, per trovare la soluzione migliore.

Si può applicare l'antiparassitario spot-on su una cagnolina incinta?

I prodotti non sono tutti uguali, leggere sempre il foglietto illustrativo.

È possibile dividere il contenuto della pipetta tra due cani?

Le pipette sono monodose e vanno applicate secondo schemi di dosaggio basati sul peso del pet. Fare suddivisioni di questo tipo può essere controproducente: si può incappare in una copertura non sufficiente o in un sovradosaggio.